PREMESSA

Il merchandising museale è uno degli strumenti più efficaci per diffondere l’immagine che un museo dà di sé, delle sue collezioni, dei suoi spazi, delle sue visioni. Coprendo fasce di età e pubblici diversi, un buon merchandising riesce a catturare gli sguardi e a diffondere radicalmente il marchio, associandolo a prodotti caratterizzati da qualità e originalità.

Il Museo Civico di Castelbuono, istituzione culturale del comune di Castelbuono con sede nell’affascinante Castello dei Ventimiglia, ha tra le sue finalità la promozione dei Beni che custodisce, conserva e valorizza ed è consapevole della forza che una giusta comunicazione visiva può avere non solo nella diffusione dei contenuti ma anche nella creazione di un’identità: l’impronta lasciata da un museo contemporaneo nel suo modo di porsi, di essere sempre giovane e innovativo.

Per questo motivo, il Museo Civico di Castelbuono promuove il presente concorso di idee, al fine di dar spazio a giovani designer e creativi del Made in Italy nella creazione di oggetti di design pensati per il bookshop del museo, azione che rientra nel più vasto obbiettivo di modellazione di un’identità comunicativa che rispecchi quella culturale promossa dall’istituzione museale, parte integrante di un processo di formazione di nuovi approfonditi linguaggi. Linguaggi giovani, moderni, universali e accattivanti.

COS’E’ IL MUSEO CIVICO DI CASTELBUONO

Un castello medievale su una collina piena di case nel cuore del Parco delle Madonie, a metà strada tra i monti ed il mare; un maniero con quattro torri in pietra che si erge maestoso su un tappeto di gradini da cui domina la vallata. E’ il Castello dei Ventimiglia, sede del Museo Civico, simbolo della storia secolare del territorio.

Il castello fu fondato nel 1316 dal conte Francesco Ventimiglia, esponente di una delle famiglie più influenti della storia siciliana, e successivamente ingrandito ed arricchito dai suoi discendenti che per secoli scrissero la storia di Castelbuono da borgo a città a capitale del Principato. Il Castello dei Ventimiglia ha tutto quello che un castello dovrebbe avere: una corte interna, archi, grate, carceri, seminterrati, scuderie, la sala del principe, la Cappella Palatina, passaggi segreti, botole, leggende, persino un fantasma.

Il Castello fu acquistato nel 1920 dal Comune per ventimila lire grazie ad una colletta popolare e da allora è il cuore pulsante di Castelbuono, centro della storia, della cultura, della fede, simbolo dell’identità civica; oggi ospita al suo interno non più mobilio e sale d’armi ma le collezioni, l’arredo museale, gli uffici e le attività del Museo Civico di Castelbuono.

Il Museo si estende su tre piani con quattro Sezioni principali:

Arte Sacra, che raccoglie il Tesoro di Sant’Anna, ovvero quegli oggetti di fede e devozione collegati al culto plurisecolare per la patrona di Castelbuono la cui reliquia, il Teschio di Sant’Anna, è custodita dal XV secolo all’interno della Cappella Palatina: suppellettili liturgiche, paramenti sacri, l’argento, il corallo, le pietre preziose, i fili dorati, gli spartiti, gli ex-voto, come i tantissimi gioielli donati dalle donne e che vestono la Santa nel giorno della sua festa.

Archeologica, dove la storia del Castello viene raccontata attraverso i reperti rinvenuti durante le campagne di scavo

Urbanistica, un vero e proprio viaggio attraverso la conformazione urbanistica della città di Castelbuono, dalle origini ai giorni nostri.

Contemporanea, collezione permanente di arte moderna e contemporanea, nucleo in continua crescita grazie alle numerose acquisizioni legate ad un ricco programma di mostre di artisti contemporanei nazionali ed internazionali.

Al terzo piano la Cappella Palatina, raro e unico gioiello, è il cuore pulsante del castello, con i meravigliosi stucchi seicenteschi di Giuseppe Serpotta che rivestono di putti ed elementi fito e zoomorfi le pareti dorate con foglia d’oro; all’interno della cappella, in una nicchia chiusa da cancelletto, dietro l’altare, è conservato il reliquiario d’argento raffigurante il busto di Sant’Anna, all’interno del quale è custodito il teschio della patrona di Castelbuono.

Il castello, la Santa, il suo popolo, i suoi luoghi. Un Museo che li abbraccia, li vive e li racconta in modi sempre diversi. Questo è il concetto.

IL CONCORSO

Il Concorso è finalizzato all’ideazione di una linea grafica promozionale del Museo declinabile in una varietà di gadget e alla progettazione di un oggetto originale da realizzare ex novo. I prodotti dovranno essere rappresentativi del Museo Civico e potranno ispirarsi alle collezioni museali, al sito del Museo, il Castello dei Ventimiglia, nonché ai riferimenti territoriali indicativi del rapporto tra il Museo e la città di Castelbuono e il territorio madonita.

La linea di oggetti selezionata, una volta messa in produzione, potrà confluire nella linea di merchandising in vendita nel bookshop del Museo Civico.

REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ DEI SOGGETTI PARTECIPANTI

Possono presentare le proprie idee progettuali giovani creativi e designer, singolarmente o in gruppo, che alla data di pubblicazione del presente bando soddisfino i seguenti requisiti:

Nel caso di partecipazione in gruppo, tutti i componenti devono avere i requisiti di cui sopra; dovrà, inoltre, essere nominato un capogruppo operativo che sarà l’unico responsabile e referente del gruppo.

CARATTERISTICHE DELLE IDEE PROGETTUALI

Ogni idea progettuale dovrà essere attinente all’obiettivo del concorso; non è obbligatoria la partecipazione ad entrambe le categorie di concorso, di seguito descritte singolarmente:

a. progettazione linea grafica – Il candidato dovrà ideare una linea grafica unitaria declinabile in diverse tipologie di gadget che si ispiri alla collezione museale, alla sede, ai luoghi del Museo o che esprima concettualmente le proposte culturali e le finalità del Museo Civico. E’ consentito l’utilizzo di immagini fotografiche relative alla collezione museale e al Castello dei Ventimiglia come quelle di ispiraziocontenute nell’Allegato A – “Kit Immagini Museo Civico”; è altresì consentito l’utilizzo di altro materiale fotografico, purché non leda il copyright e i diritti d’autore di soggetti terzi. Potranno essere utilizzati anche disegni vettoriali, a mano libera, testi brevi. E’ obbligatoria la presenza, ben visibile, del logo del Museo Civico, fornito nell’allegato B - “Logo”, insieme alle norme sul corretto utilizzo dello stesso.

b. progettazione oggetto originale – il candidato dovrà ideare e progettare un oggetto inedito rappresentativo del Museo Civico. Tale oggetto, nella massima libertà di espressione del concorrente riguardo la forma, la geometria, soluzioni strutturali, categoria d’uso e dimensioni, dovrà essere pensato per una successiva realizzazione in serie, con particolare attenzione all’utilizzo di materiali ecologici e a soluzioni creative innovative. A titolo di esempio, si fornisce un elenco di possibili categorie di oggettistica:

I prodotti dovranno in ogni caso:

Ogni idea progettuale dovrà essere originale ed inedita e non deve ledere la proprietà intellettuale, i diritti su opere dell’ingegno o su invenzioni industriali di alcuno. Non dovrà, inoltre, alla data di pubblicazione del presente bando, esistere per essa nessun accordo di produzione o commercializzazione.

ELABORATI RICHIESTI

Categoria A – Progettazione linea grafica
Il candidato dovrà sviluppare, su supporto informatico (CD, DVD), il seguente materiale:

Categoria B – Progettazione oggetto originale
Il candidato dovrà sviluppare, su supporto informatico (CD, DVD), il seguente materiale:

TERMINE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

Il candidato dovrà far pervenire per posta raccomandata, celere o a mano, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 15 maggio 2017, presso la sede del Museo Civico, Castello dei Ventimiglia, piazza Castello, 90013 Castelbuono (PA), un plico sigillato recante all’esterno la dicitura “Concorso di idee Museo Civico”. La consegna a mano del plico può essere fatta negli orari di apertura dell’Ufficio Amministrativo e cioè dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 14.00. Per i plichi inviati a mezzo posta o corriere posta, farà fede la data del timbro postale o il bollettino di spedizione.

Il suddetto plico dovrà contenere al suo interno la seguente documentazione:

COMPOSIZIONE DELLA GIURIA E CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI

La Commissione Giudicatrice interdisciplinare è composta dal Presidente del Museo Civico o suo delegato, da un rappresentante dell’Amministrazione del Comune di Castelbuono e da membri esterni (nominati dal Consiglio di Amministrazione del Museo Civico) i cui nomi saranno resi noti contestualmente alla data di premiazione, la quale avrà luogo nel corso di una pubblica cerimonia.

Verrà assegnato un premio in denaro per ognuna delle due categorie di concorso:

La valutazione ai fini dell’assegnazione del premio sarà basata sui seguenti criteri:

Gli oggetti definiti dai progetti vincitori potranno essere messi in produzione e confluire nella linea di merchandising offerta in vendita nel bookshop del Museo Civico.

La Giuria avrà facoltà di non assegnare entrambi i premi o uno di essi in mancanza di linee di oggetti che rispondano ai suddetti criteri o altri individuati dalla giuria stessa nel corso della valutazione.

La Commissione Giudicatrice si riunirà al termine dalla data di scadenza del termine di presentazione degli elaborati e terminerà i lavori entro i successivi 20 giorni. Il giudizio della Commissione giudicatrice è inappellabile. La proclamazione dei vincitori avverrà entro 10 giorni dal termine dei lavori. Dell’esito dei lavori sarà data comunicazione per iscritto ai concorrenti vincitori. Le opere dei vincitori saranno inoltre pubblicate sul sito internet del Museo Civico per diversi mesi.

DIRITTI DI UTILIZZAZIONE

Fatta salva la proprietà intellettuale dei diversi progetti che resta in capo agli autori, con l’acquisizione del premio il vincitore acconsente a cedere ogni diritto di sfruttamento commerciale. Gli oggetti e le elaborazioni grafiche premiate saranno proprietà esclusiva del Museo Civico di Castelbuono, il quale sarà l’esclusivo titolare di tutti i diritti di utilizzazione. Qualsiasi uso improprio o non autorizzato dei materiali riferiti al progetto sarà perseguito a termini di legge.

OBBLIGO DEI CONCORRENTI

La presentazione al presente Premio progettuale implica, da parte di ogni concorrente, l’accettazione incondizionata di tutte le norme del presente bando. E’ fatto obbligo ai concorrenti, pena l’esclusione, di non pubblicare i progetti prima che la Commissione abbia reso pubblico il proprio giudizio.

Per informazioni o chiarimenti in merito alle modalità di partecipazione o sui contenuti del presente bando, è possibile contattare gli Uffici Amministrativi del Museo tramite email all’indirizzo info@museocivico.eu o telefonicamente, al numero 0921 677126, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 14:00.

Si consiglia di visitare il sito del Museo Civico, www.museocivico.eu per un approfondimento sul museo e sulle sue collezioni.

SCARICA IL REGOLAMENTO IN FORMATO PDF

Allegati:

Artwork e grafica: Angela Sottile